Post

Bohemian Rhapsody

Ammettiamo che esista una persona, molto improbabile sia chiaro, che non ha mai sentito nominare i "Queen" e che vada a vedere "Bohemian Rhapsody". Quella persona vede la storia di una band nata da un fulmineo incontro, in cui un tizio straniero con i dentoni, che vive con mamma e papà, folgora Roger Taylor e Brian May, il batterista e il chitarrista di una band chiamata "Smile". Il magico incontro dove nasce l'energia cosmica. Questo tizio, Freddie, è così istrionico che porta, nel giro di pochissimo
la band a un contratto con una major, alla pubblicazione di un album e a un tour, sold out, in Gran Bretagna.

Bravo questo Freddie, non c'è che dire. Prende per il culo con i suoi compagni un tizio di un'etichetta (Mike Myers che in "Wayne's World" scuoteva la testa al ritmo di "Bohemian Rhapsody"), che boccia la canzone che dà il titolo al film, facendo perdere alla "EMI" questo gruppo lanciatissimo…

The Good The Bad And The Queen - Merrie Land

Hila Ruach - Musika le pirsomot

Subsonica - 8

Giorgio Canali & Rossofuoco “Undici canzoni di merda con la pioggia dentro”

Articolo 31 - Strade di Città

Thegiornalisti- Love

Dee Dee King - Standing In The Spotlight

Trombe di Falloppio - Santi Numi

Sunflowers - Castle Spell

Boy Azooga - 1…2…Kung Fu

Gorillaz - The Now Now

Gwenno - Le Kov